Comunicato USI Caltanissitta: Acqua

USI Caltanissetta

Comunicato del 22.10.2019

 

Il sottoscritto Lorenzo PETIX, in qualità di Segretario Generale Provinciale dell’Unione Sindacale Italiana e componente, per le Organizzazioni Sindacali, della Commissione Tecnica Provinciale Acqua di Caltanissetta, istituita con L.R. 11 agosto 2015 n.19 che disciplina in materia di risorse idriche, (presieduta dal commissario dell’ATO Idrico posto in liquidazione “Rosalba ................” e composta inoltre da tre sindaci:

“Roberto ...............” sindaco di Caltanissetta, “Lucio ..............” sindaco di Gela, “Alessandro .............” sindaco di Villalba;

da un rappresentante delle OO.SS. “Lorenzo PETIX” per l’Unione Sindacale Italiana;

da un rappresentante del Forum Provinciale Acqua e Beni Comuni “Antonino SURACE”;

da un funzionario del Dipartimento Acque e Rifiuti dell’Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità “Achille ....................”),

allo scopo di verificare la sussistenza di Inadempimenti Contrattuali, sulla base delle Convenzioni stipulate, tra il Consorzio d’Ambito Territoriale Ottimale di Caltanissetta e la Società Acque di Caltanissetta SPA CALTAQUA,

COMUNICA

che lunedì 14 ottobre 2019, la Commissione Tecnica dopo avere terminato i lavori di Accertamento delle Inadempienze Contrattuali, alla luce di diversi disservizi del gestore e delle continue carenze e deficienze verificatesi a far data dell’affidamento del Servizio Idrico Integrato (S.I.I.) 27.07.2006, che hanno causato e causano rilevanti disagi agli utenti anche con infrazioni di legge, ha ritenuto che sussistono motivi per formalizzare al Presidente della Regione Siciliana Nello ..................... la RISOLUZIONE ANTICIPATA delle CONVENZIONI STIPULATE, rimanendo disponibile a procedere ad ulteriori approfondimenti.

I criteri di EFFICIENZA, EFFICACIA ed ECONOMICITÀ, punti che dovevano essere raggiunti e rispettati dalla Caltaqua Spa per potere gestire nel trentennio il S.I.I., che comprende la RACCOLTA, la DISTRIBUZIONE, RACCOLTA e TRATTAMENTO DEPURATIVO, non sono stati obiettivamente ed inconfutabilmente raggiunti, da come si evince dalle seguenti puntuali precisazioni:

CANONE DI CONCESSIONE

I Canoni di Concessione annuali del S.I.I., di circa 1.000.000,00 di Euro soggetta ad adeguamenti, che Caltaqua deve pagare all’ATO e previsto dalla Convenzione di Gestione, non risultano tutti versati.

I mancati pagamenti sono oggetto di causa tra Caltaqua e l’ATO CL6 di Caltanissetta.

Questa inadempienza prevede l’immediata risoluzione del contratto in base alla Convenzione art.39 comma 1 e 2.

 

CARTA DEI SERVIZI

L’obbligo della modifica e dell’aggiornamento della Carta dei Servizi, previsti ogni 2 anni non è stato rispettato, ciò è stato fatto nel mese di novembre 2016, senza coinvolgere le Associazioni che tutelano i diritti degli utenti. Nello stesso anno viene aggiornata dal Commissario straordinario anche la Convenzione senza convocare l’Assemblea dei Sindaci.

 

CONTINUITÀ DEL SERVIZIO

Caltaqua si era impegnata nell’arco di 5 anni, quindi dal 27.07.2011, di garantire all’utenza della provincia nissena l’erogazione idrica h24 e ad oggi dopo 13 anni di gestione questo civile traguardo non è stato raggiunto.

 

DEPURAZIONE

A Caltaqua s.p.a. in Provincia di Caltanissetta sono affidati 26 impianti di depurazione delle acque reflue fognarie, tra cui 6 non funzionanti e 10 di loro lavorano pesantemente.

Gli impianti di Marianopoli, Niscemi e Sommatino sono lasciati nello stato di totale abbandono, a Delia e a Montedoro non esistono e pur inizialmente Caltaqua inseriva in bolletta la voce depurazione, facendo pagare un servizio non effettuato, importi non dovuti ed in seguito restituiti agli utenti.

La mancata depurazione provoca danni pesanti all’eco-sistema-ambientale difatti essa è materia di procedimento penale ove indagati sono i vertici di Caltaqua, dell’ATO e dell’Assessorato Regionale competente.

Per tutte le sopra citate Inadempienze Contrattuali, sulla Gestione del Servizio Idrico Integrato da parte della Società Acque di Caltanissetta SPA denominata “CALTAQUA”, il sottoscritto rappresentante delle OO.SS. e precisamente dell’Unione Sindacale Italiana ha espresso Parere NEGATIVO.

 

RIFLESSIONI FINALI

a- Come ha fatto a gestire il S.I.I. Caltaqua s.p.a. dal 2007 al 2011 avendo chiuso i bilanci in negativo?

- C   b- Come è riuscita a garantire gli stipendi ai propri dipendenti?

- P   c Perché Caltaqua continua ad aumentare le tariffe, nonostante i 27,3 milioni di Euro ricevuti come contributi pubblici dei 35,8 milioni previsti?

Perché a partire del corrente anno 2019 nelle fatturazioni compaiono le seguenti voci in modo contraddittorio?

1°) contraddittorio calcolo:

a) – acqua (realmente consumata dall’utente)

b) – quota fissa acqua

2°) contraddittorio calcolo:

a) – fognatura (realmente usata per evacuare le acque)

b) – quota fissa fognatura

3°) contraddittorio calcolo:

a) – depurazione (dell’acque realmente consumate dall’utente)

b) – quota fissa depurazione

 

 

Lorenzo Rosario PETIX