Aggiornamento trattativa azienda comunale FARMACAP Roma - "Ritartdi"

Comunicato sindacale - (ai sensi articoli 1,14 e per affissione ex art. 25 L.300/700) per divulgazione e diffusione

 

Ritardi….

 

Resoconto incontro e trattativa sindacale del 25 maggio2018

 

Il 25 Maggio, nell’incontro con la delegazione trattante di Farmacap (Commissario straordinario e perla gestione provvisoria, Direttore genrale ad interim e responsabile Ufficio del personale), abbiamo chiesto, vista la mancata pianificazione delle ferie aziendali e il ritardo sui tempi del bando di selezione per l’assunzione a tempo deteminato (3 mesi) di 30 farmacisti, che venisse immediatamente predisposto un piano ferie nella giornata di Lunedì 28 Maggio, che riguardi tutto il personale.

 

Siamo giustamente preoccupati che il ritardo e la confusione organizzativa prodottasi, possa riflettersi anche sull’efficacia nel reperimento di un numero congruo di farmacisti-e. La scelta di individuare, su base volontaria, dei lavoratori “jolly”, disponibili cioè alle sostituzioni e che usufruiscano di un’indennità, non risolve il problema, se non è attentamente pianificata. Serve una pianificazione temporale per il recupero delle ore aggiuntive lavorate. Per quanto riguarda il trasferimento degli Uffici di Direzione presso i locali “aziendali” di via Torrenova (ndr dopo mesi che Farmacap aveva assicurato, anche da Roma Capitale, il trasferimento a via Ostiense presso gli ex mercati generali ristrutturati), abbiamo chiesto che tale passaggio sia sospeso, finchè non sopraggiungano i necessari chiarimenti da parte dell’Assessorato capitolino al Demanio e Patrimonio, sui motivi del proprio disimpegno nell’assegnazione a Farmacap di una nuova sede presso gli ex mercati generali di via Ostiense. L’azienda ci ha informato di un prossimo accorpamento dell’Ufficio commerciale con quello farmaceutico e che la rotazione prevista (in base all’applicazione anche per Farmacap, delle norme anticorruzione), sarà estesa per gli uffici considerati sensibili e per i Direttori di farmacia che svolgono tale funzione nella stessa sede da almeno 5 anni. Di conseguenza i cambiamenti potranno essere bi-direzionali (anche dalle farmacie al nuovo ufficio accorpato, per esempio).

 

Come Usi abbiamo chiesto la integrale applicazione degli accordi del 14 marzo (buoni pasto) e del 19 Marzo 2018 (alla verifica dei 60 gg ancora non applicato integralmente), che prevede il riconoscimento del livello contrattuale a tutti i Direttori di Farmacia che, rispetto alla data dell’accordo, svolgevano la funzione da almeno tre mesi e che venga equiparata la retribuzione globale di fatto per la parte economica secondo il CCNL Assofarm da applicarsi alla data della loro nomina.

 

VEDREMO SE LA FARMACAP, RISPETTA GLI IMPEGNI PRESI CON ACCORDI SOTTOSCRITTI O SE DOVREMO TRASCINARLA ALLE SUE RESPONSABILITA’ CON MODI LECITI, MA PERENTORI… Nel nuovo incontro con l’azienda che si terrà il 13 Giugno prossimo, verrà affrontata la questione dell’assistenza sanitaria integrativa, (impegno già inserito negli accordi precedenti e di applicazione integrale del CCNL di settore) ma, per dovere di una corretta informazione, smentiamo che su questo sia stato firmato un accordo specifico da qualsiasi altra organizzazione sindacale. NON SEMPRE LE “VOCI” e i comunicati stampa propagandistici di una particolare sigla sindacale, per racimolare qualche consenso e tessera, vanno presi sul serio…

 

Il 13 giugno affronteremo anche la questione degli arretrati dei buoni pasto e, cosa che ci preoccupa fortemente, i risultati definitivi delle due diligence sui bilanci 2013/14/15 (nel frattempo si è dimesso l’assessore alle partecipate Gennaro). Ricordiamo infatti che l’assessore al bilancio Lemmetti, il Presidente della Commissione Bilancio del Consiglio Comunale, Terranova, hanno più volte ribadito di voler applicare la legge. Quale, quella che prevede la dismissione se l’azienda presenta 4 bilanci negativi sui 5 precedenti all’esercizio 2017 e con il ricorso al Tar pendente? Rimane un silenzio assordante da parte dell’assessorato alle politiche sociali e della salute, che ha la delega sulla definizione delle linee d’indirizzo per Farmacap e “titolare” della Convenzione per i servizi sociali di prossimità che prevede un erogazione di 600.000 euro, ai quali si aggiungono i fondi del progetto l’HCP per circa 400.000 euro, comunque al di sotto della sola erogazione prevista per la Convenzione nel 2016 (circa 1,4 mln).

 

CI ASPETTA UNA LUNGA ESTATE “CALDA…”

 

RSA Rls USI FARMACAP – maggio 2018

 

USI Largo Giuseppe Veratti, 25-00146, Roma fax 06/77201444,

mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  sito naz ufficiale www.unionesindacaleitaliana.eu - www.usiait.it