Abusi e Soprusi. Un freno a Dussmann in sacra famiglia

Milano, 13 febbraio 2015

Spettabile
DUSSMANN SERVICE s.r.l.
Via San Gregorio, 55
20124 MILANO

E p. c.

Spettabile
Sindacato
U.S.I. - C. T. & S.
Via Ricciarelli, 37
20147 MILANO

 

Oggetto: ESPINA ...........................

La presente nell'interesse del sig. ESPINA ………………….., Vostro dipendente che pure sottoscrive per conferma e ratifica adibito presso l'appalto Sacra Famiglia di Cesano Boscone.

Il sig. ESPINA ………………….. in data 12.2.2015 ha chiesto ed ottenuto dal responsabile sig. Alessandro un permesso per il ritiro di documenti relativi alla idoneità alloggiarla presso il Comune di Cesano Boscone, dalle ore 9,00 alle ore 9,45 circa (il lavoratore osservava il turno di lavoro dalle ore 7,00 alle ore 14,00).

Rientrato al lavoro è stato fatto oggetto dalla responsabile sig.ra Laura, alla presenza del sig. Alessandro, di indebite pressioni inizialmente perché, secondo gli stessi, doveva togliere dal capo II cappello che indossava per un forte mal di testa. Da questo episodio, nasceva una sequela di comportamenti da parte dei responsabili che con intento provocatorio ordinavano al lavoratore, tra l'altro, di pulire la turca senza idonei strumenti e protezioni ma a mani nude. Il lavoratore veniva inoltre accusato di non avere i detersivi per lo svolgimento dell'attività di pulizia, che invece devono essere messi a disposizione dai responsabili.

Si rileva che abitualmente la responsabile sig.ra Laura, a detta di tutti i lavoratori, ha un comportamento sopra le righe, rivolgendosi ai lavoratori con urla ed utilizzo di linguaggio non appropriato e spesso irrispettoso della dignità dei sottoposti.

Anche in questa occasione infatti la sig.ra Laura iniziava ad utilizzare nel confronti del sig. ESPINA termini ed espressioni "forti" inducendo anche il lavoratore a chiedere di cessare tale comportamento irriguardoso. Per tutta risposta, la sig.ra Laura ed il sig. Alessandro verso le ore 12,15 circa disponevano senza ordine di servizio scritto l'allontanamento dal posto di lavoro del sig. ESPINA.

Presentatosi in data odierna presso il posto di lavoro il sig. ESPINA è stato allontanato dalla sig.ra Laura, che gli ha imposto di rimanere in ferie sino a lunedì 16.2 p.v., in attesa di eventuali provvedimenti disciplinari.

CIÒ posto, si rileva la illegittimità del comportamento aziendale e si contesta sia l'allontanamento illegittimo prima della fine del turno del 12.2.2015 sia l'imposizione di giorni di ferie arbitrariamente disposta dalla Società. Il lavoratore, fermo il diritto all'integrale pagamento delle retribuzioni spettanti per tutto il periodo di allontanamento dal posto di lavoro, rimane a disposizione per l'Immediata ripresa della propria attività lavorativa, previa comunicazione alla propria utenza ………………………., già nota all'azienda, oltre che per conoscenza allo scrivente difensore ed al sindacato di appartenenza che pure mi legge in copia.

 

Con i migliori saluti