Comunicato RSU USI Società Zetema

SCIOPERO 14 NOVEMBRE 2014 CONFERMATO,

APPUNTAMENTO IN PIAZZA, in lotta,  DALLE 9.30

AL CAMPIDOGLIO – Assemblea popolare pubblica – conferenza - incontro

 

NOI DELL'USI...COME CASSANDRA...PERÒ...NON CI ARRENDIAMO!

“Inutile dirvi di quale gravità stiamo parlando visto anche gli atti di indirizzo della Giunta (per quanto riguarda questo bilancio in approvazione ), che, al tavolo di trattativa sembrava che solo io come RSU/USI ne fossi a conoscenza. Mi riferisco, per esempio, ai “piccoli” musei di cui è prevista la “chiusura”...ovvero l'affidamento a terzi (associazioni o altro) che gestiranno tali siti che avranno ingresso gratuito. Quali sono? A tutt'oggi il dr. Ruberti era reticente a comunicarli...E ci ho pensato io a declamarli ai presenti al tavolo...:Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco; Museo Bilotti all’Aranciera di Villa Borghese; Museo Napoleonico; Museo della Repubblica Romana e della memoria Garibaldina; Museo Canonica; Villa Massenzio; Museo delle Mura. Tale elenco, ovviamente, non è definitivo, poiché c'è l'iter di approvazione del bilancio da seguire...ma questi sono alcuni dei “desiderata” del sindaco. Tale passaggio fa si che i lavoratori Zètema verranno ricollocati. Stando al documento di presentazione del bilancio...ricollocati presso altre istituzioni culturali. E' evidente che l'USI non subirà passivamente questi progetti! Chiederemo un tavolo di confronto con l'Amministrazione e ci opporremo con tutti gli strumenti a disposizione.

Seguirà comunicato anche per la situazione delle Biblioteche e della Logistica. Io e il sindacato USI, sono e siamo a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento.”...

Non crediate che abbia scritto questo, dopo aver letto l'indignato comunicato CGIL girare a seguito della pubblicazione del bando di reperimento dei volontari sul sito della Sovrintendenza...Queste erano parole contenute nel mio comunicato dell'11 giugno 2014...quando tutti dicevano...”NO...I nostri colleghi non li toccheranno...” ed io ero l'unica che faceva, per alcuni, “terrorismo psicologico”, per altri...raccontava le cose, così, come stavano.

La RSU USI,  non ha mai avuto bisogno di girare intorno ai problemi.  I tavoli ci sono stati e ci saranno ancora! Ho anche presenziato all'audizione del dr. Ruberti in Commissione Razionalizzazione della Spesa risalente ad agosto scorso e l'ho sollecitato a chiarire se vi sarebbero state o meno ricadute occupazionali proprio relativamente l'operazione collegata alla gratuità dei musei. E lui ha ribadito in quella sede che non ci sarebbero state ricadute occupazionali...ma le ricollocazioni non erano da escludere, come era ovvio sin dalla prima volta in cui se ne era parlato al tavolo (era il 9 maggio 2014 ed io il 6 maggio scrivevo questo: ”Gentile dr. Ruberti, recenti articoli di giornale hanno riportato una paventata chiusura di una decina di musei civici che hanno un numero limitato di accessi nell'arco dell'anno. Chiusura per quel che riguarda servizi di Zetema, ma assegnazioni previste ad associazioni di volontariato/ONLUS. Come Lei sa non è usanza della mia sigla sindacale attenersi a quanto riportato dagli organi di stampa. Tuttavia lo prendo come un segnale d'allarme. E' per questo che, pur non avendo notizie in merito l'approvazione del PSO aziendale da parte dell'assemblea dei soci, sollecito un nuovo incontro con il tavolo RSU  per poter avere dettagli su queste "chiusure" previste. Certa possa capire come certe informazioni frammentarie creino allarme, sconcerto e disappunto tra lavoratori e lavoratrici, auspico si possa fissare un incontro. Cordiali saluti. Serenetta Monti (RSU/USI)” ...Non è per fare la “Cassandra” della situazione, però...io...ve lo avevo detto... e l’Unione Sindacale Italiana non ha mai smesso di fare informazione e dire le cose come stavano…

Forse è ora di vedersi nuovamente e parlare di ciò che Governo. Comune, Sovrintendenza...fanno a “nostra insaputa”...ma che possiamo immaginare.

Appuntamento per tutti e tutte: lo sciopero generale del 14 novembre che vedrà assemblea pubblica e popolare in Piazza del Campidoglio, a partire dalle 9.30.

Spero e speriamo che LA LOTTA, CHE VA PROSEGUITA E FATTA ADESSO (non aspettiamo gennaio 2015), anche perché entro LA FINE DEL MESE DI NOVEMBRE, salvo proroghe, IL COMUNE DOVRA’ VOTARE L’ASSESTAMENTO DI BILANCIO E PREPARARSI A QUELLO DEL 2015,

QUINDI IL 14 NOVEMBRE E’ UNA DATA GIUSTA PER FARSI VEDERE E PRETENDERE ORIENTAMENTI CHIARI DAL COMUNE. E' ora di unire le lotte…Serenetta Monti (RSU/USI)

 

Usi e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., blog www.unionesindacaleitaliana.blogspot.com, sito www.usiait.it