Sequestro di beni a sindacalista

Cuneo, 28 Marzo 2012.

- Il Tribunale di Alba ha disposto il sequestro di 2 appartamenti, 2 uffici e 2 box auto, oltre a polizze e fondi di investimento intestati ad Andrea Brignolo, ex segretario provinciale del sindacato Uila (Unione Italiana dei Lavoratori Agroalimentari), indagato per truffa nei confronti dello Stato, appropriazione indebita e falso.

Il danno per l'erario e' di oltre un milione di euro.

Le indagini si sono concluse in questi giorni.

Brignolo, sospeso dalla carica, secondo le contestazioni avrebbe approfittato del suo ruolo modificando metodicamente, per anni, le destinazioni del 5 per mille indicate sui modelli 730 dai contribuenti che si rivolgevano alla sede Uila di Alba, variando il beneficiario prescelto, a favore di una fondazione con sede a Roma, legata al sindacato. Inoltre, nella sua qualità di segretario provinciale, aveva avocato a se' la gestione delle richieste all'Inps del contributo per la disoccupazione agricola che numerosi associati presentavano annualmente e, carpendo la fiducia dei richiedenti, avrebbe fatto loro sottoscrivere modelli prestampati in bianco, sui quali inseriva, all'insaputa degli associati, l'autorizzazione a procedere a una trattenuta a favore del sindacato.

 

(AGI)