Solidarietà ai lavoratori in lotta

Noi operai ex-dipendenti della cooperativa Asso dell'appalto della Ceva Logistica di Cortemaggiore (PC),

riuniti in assemblea denunciamo quanto segue:

 

1) Dopo 3 mesi di Cassa Integrazione per 42 dipendenti della cooperativa Asso, decisi a settembre 2011 contro la volontà della maggioranza degli operai riuniti in assemblea, nel mese di gennaio 2012, abbiamo avuto informazione che la cooperativa Asso veniva sostituita dalla cooperativa Maxwell, sempre appartenente al consorzio CAL

 

2) Nell'incontro sindacale del 30 gennaio 2012, veniva siglato un accordo che, di fronte ad un netto calo dell'attività del magazzino, prevedeva l'assunzione con la Maxwell per 25 operai e la prosecuzione della Cassa Integrazione per i restanti 17. Il criterio di composizione della lista era basata sull'anzianità di servizio, in modo da garantire a tutti i veterani di questo appalto la continuità lavorativa nell'appalto di Cortemaggiore e assegnando priorità di reintegrazione agli altri 17 in caso di ripresa del volume di lavoro nel magazzino

 

3) Il 1° febbraio con l'inserimento dei primi 12 lavoratori e il 3 febbraio durante l'incontro con i delegati a S.Giuliano, l'azienda mostrava invece di non aver nessuna intenzione di rispettare i criteri di cui sopra e procedeva in maniera totalmente arbitraria a definire la lista dei 25 operai chiamati a lavorare con Maxwell.

 

Sulla base di quanto detto sopra, alla luce delle palesi violazioni dell'accordo del 30 gennaio, chiediamo all'azienda e a tutte le OO.SS. presenti in cantiere di annullare le pratiche di assunzione e ridefinire, su basi corrette, la lista degli operai da assumere

Su queste basi abbiamo aperto lo stato di agitazione nel magazzino dando vita ad un presidio davanti ai cancelli questa mattina  e diamo appuntamento a partire dalle 7 di domattina (martedì 7 febbraio) con l'obiettivo di imporre all'azienda il rispetto degli accordi. Combattiamo innanzitutto per tenere alta la bandiera del sindacato e difendere il diritto alla lotta, così come abbiamo fatto a settembre per contrastare la CIG. L'appello che rivolgiamo ai militanti del sindacato e agli altri operai del SI.Cobas va in questa direzione: se consentiamo ai padroni di liquidarci così e senza neanche rispondere questo vuol dire che lo potranno fare anche da altre parti.

 

Gli operai in CIG della Ceva di Cortemaggiore

 

Piacenza 6 febbraio 2012

Ps.

Martedì 14.02.2012.Ore 09,30.

 

Udienza c/o il Tribunale di Milano. Ricorso contro Esselunga di Pioltello (MI)