Scuola: bozza a sostegno del documento di seguito pubblicato

................., settembre 2011

Al  D.S.

Prof.

Oggetto: indicazioni emerse dal C.di C.III L.AR. del ………

Dal C. di C. straordinario, a cui hanno partecipato oltre ai docenti le signore ……..............…. e …...…........…….. (madri delle due alunne DVA frequentanti la classe III L.AR.),  è emersa una situazione complessivamente critica che si traduce in una palese difficoltà nel realizzare un percorso didattico-apprendimentale efficace e efficiente con tutta la classe (per i contenuti vedasi i relativi verbali). I due elementi critici oggettivi sono connessi sia con la numerosità degli alunni presenti in aula sia con la necessità di dover affrontare con coerenza i differenti e differenziati Bisogni Educativi Specifici di cui le alunne disabili sono portatrici.

Partendo dalla “Nota” elaborata dall’I.S. Giovanni …...............……., si è giunti a condividere la necessità che le seguenti due proposte vengano inoltrate  agli uffici competenti dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Milano:

1. ottenere lo sdoppiamento della classe che ad oggi è articolata nei due indirizzi figurativo e grafico (30 ore sono realizzate con 26 alunni e 8 ore di lezione sono differenziate nei laboratori dei due indirizzi)

2. ottenere un maggior numero di ore di sostegno in relazione alle situazioni specifiche presenti in classe pari almeno alle ore ottenute nel precedente anno scolastico.

Certi di contribuire nel porre in essere un processo di cambiamento si porgono i più cordiali saluti.

La docente coordinatrice                                                   L’insegnante specializzato

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.