L'Unione a Napoli. Depuratore foce Sarno

USICONS - ASSOCIAZIONE NAZIONALE PER LA TUTELA DEGLI INTERESSI E DEI DIRITTI DEGLI UTENTI DEI SERVIZI PUBBLICI E PRIVATI E DEI CONSUMATORI -ONLUS - FEDERATA ALL 'UNIONE SINDACALE ITALIANA

Sede nazionale: Largo G. Veratti 25 - 00146 ROMA Cod. fisc. 96324390580 –

TEL. 06/70451981   FAX 06/77201444 - e-mail: usicons. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Torre Annunziata 18 agosto 2009

 

Al Procuratore capo della Procura di Napoli Dott. G. Lepore

Al Coordinatore Pool Ambientale Napoli Dott. De Chiara

Al sostituto procuratore di Torre Annunziata Dott. R. Marino

Al Procuratore di Torre Annunziata Dott.ssa S. Di Dona

Ep.c. Dott. Ganapini- assessore regionale Ambiente

Ing. Orrico - responsabile regione Campania

Dott. Jucci - commissario di governo emergenza Sarno   

Dott. Raucci - coordinatore c/do integrato delle acque   

Ing. Fontana - responsabile settore ambiente

Dott. L. Cesaro - Presidente Provincia di Napoli

 

Oggetto: Depuratore foce Sarno - richiesta informazioni anche ai sensi della Legge 241/90.

 

La scrivente Associazione di tutela dei cittadini denuncia a seguito di quanto sta avvenendo in Campania (sequestro depuratori, malfunzionamenti degli stessi, inquinamento marino... ) questi ulteriori fatti:

-    la popolazione tornese e stabiese non è a conoscenza del funzionamento dell'impianto di cui all'oggetto, oggi sotto sequestro probatorio da parte della magistratura

-    il depuratore attualmente opera sia pure parzialmente a norma di legge per la salute e sicurezza degli operai e dei cittadini

-    quali sostanze vengono smaltite dallo stesso depuratore (e/o sono state smaltite in questi ultimi anni) non essendo i collettori ancora collegati

-    i fanghi prodotti dal depuratore dove sono stati smaltiti, visto che gli stessi fanghi avevano bisogno di un ulteriore trattamento

-    si è verificata la possibilità, durante l'emergenza rifiuti solidi urbani, di smaltimento del percolato nel depuratore, nonostante questo fosse stato dichiarato non a norma e non predisposto per tale tipo di trattamento

 

Per tali motivi l'Associazione richiede un accertamento della magistratura e delle istituzioni di quanto sopra esposto, in quanto ad avviso della stessa si sono venuti a causare danni ambientali e alla stessa popolazione per le carenze evidenziate dal depuratore.

 

La stessa associazione si dichiara disponibile ad un confronto in merito ai problemi evidenziati.

 

L'associazione richiede di essere informata, anche ai sensi della Legge 241/90, presso la sede nazionale di Largo Veratti 25 -Roma, in maniera di poter intervenire a tutela della cittadinanza.

 

 

Distinti saluti