Contro la legge El Khomri. Jobs Act

I lavoratori francesi. Non s'arrestano
Avanti con lo sciopero Generale
La protesta continua e si allarga

ITALIANO

Art. 49.3, stato d'emergenza, brutalità poliziesca e legge El Khomri:

contro la democrazia, lo sciopero generale prolungato!

La nostra organizzazione sindacale (la confederazione nazionale del lavoro - CNT) non si è mai illusa sulla pretesa democrazia dello stato francese e sulla rappresentatività parlamentare. Tuttavia, l'impiego dell'articolo 49.3 della costituzione per imporre con la forza delle leggi che demoliscono direttamente e brutalmente i diritti e le libertà dei lavoratori e delle lavoratrici, il protrarsi dello stato d'emergenza e le brutalità poliziesche costituiscono una degradazione maggiore della situazione.

François Hollande quando era all'opposizione nel 2006, dichiarò:

« l'articolo 49.3 è una brutalità, è la negazione della democrazia ».

Oggi, lo stato e i patronato, mano nella mano, conducono la lotta di classe e cercano di vincerla attraverso le vie più autoritarie: la legge Macron (ottenuta grazie all'articolo 49.3), la legge El Khomri, le minacce sulle negoziazioni relative alle indennità di disoccupazione, etc. Non possiamo e non dobbiamo più permetterlo. Di fronte alla violenza sociale esercitata dal governo e dal patronato, rispondiamo con la forza dello sciopero e della lotta.

Per la CNT é urgente e necessario organizzare una veritiera risposta sociale e sindacale, ribaltando il rapporto di forza attraverso lo sciopero generale prolungato e questo a partire dal 17 maggio 2016.

Invitiamo tutte le organizzazioni sindacali a assumersi le loro responsabilità e invitiamo tutte le lavoratrici e lavoratori a condurre la lotta contro la legge El Khomri e contro l'insieme delle leggi patronali, nell'unità e attraverso delle Assemblee Generali all'interno delle aziende e delle riunioni d'informazione a livello di quartiere.

Chiediamo anche il prolungamento dello sciopero il 18 maggio 2016 facendo convergere la lotta contro la legge El Khomri con:

- le lotte dei ferrovieri contro il nuovo decreto e la nuova convenzione collettiva di settore ;

- le lotte degli intermittenti dello spettacolo mobilizzati contro il nuovo progetto di convenzione sulle indennità di disoccupazione.

La CNT rivendica:

- il ritiro della legge El Khomri e dell'insieme delle leggi patronali (legge Macron, legge Patto di responsabilità, legge CICE, etc.) ;

- il ritiro del progetto di convenzione sulle indennità di disoccupazione che aggraverebbe la precarietà delle lavoratrici e dei lavoratori, in particolare nell'industria dello spettacolo.

Unità sindacale per lo sciopero generale!

Solo la lotta paga!

Italia 26 maggio 2016

 

 

ENGLISH

Recourse to 49.3, the “Parliamentary Forceps”? Prolongation of the State of Emergency? Police Brutality? Anti-Labour Reforms? There’s only one riposte to this Demotatorship: a Rolling General Strike!

While our union has never been under any illusions about our supposed democracy or parliamentary representation, the Government’s use of the 49.3 forceps to get its laws passed, along with the extension of the state of emergency and multiple police abuses constitute a turning point: the forcible imposition of laws that directly and brutally attack the rights and freedoms of working people.

Back in 2006 when he was in the opposition, François Holland went on record by stating that the "49-3 is brutality, a denial of democracy."

Today the State and employers, hand in hand, are waging a class war, one they mean to win in the most authoritarian manner with the Macron Act (obtained by 49.3), the El Khomri Law and blackmail over the National Professional Union for Employment in Industry and Trade negotiations. We cannot and must not let this go on any longer. Confronted by the social violence of the government and employers, it is time to fight back with the full force of strike action.

For the CNT, it is urgent and necessary to fight on the social and trade union fronts and tip the balance in our favour by organizing a rolling general strike from May 17th on. We call on all trade unions to live up to their responsibility and all working people to lead the fight against the EL KHOMRI law and against all anti-labour laws, and stand united via General assemblies at work and meetings in neighborhoods.

We also call for the continuation of the strike on May 18th thereby converging the fight against the labour law reforms with that of other mobilized sectors: the rail workers strike against privatization, entertainment contract workers mobilized against the NPAUEIP cutbacks...

The CNT’s claims are as follows:

1. The withdrawal of the Labour Reform Act and all pro-employer laws (the Macron Act, the “pact of responsibility”, the CICE tax cuts for employers etc.);

2. The withdrawal of the draft NPAUEIP convention which will impoverish workers even more, especially temporary and entertainment workers;

TRADE UNION UNITY FOR A GENERAL STRIKE! Only our struggle pays!

La CNT

Secrétariat International de la CNT-F

33, rue des Vignoles

75020 Paris

 

www.cnt-f.org/international